Ho appena letto tutto il pezzo esclusivo del Corriere che annuncia che Berlusconi sarà il prossimo candidato premier del PDL.

Dai, ditemi che è uno scherzo.

Dice il pezzo: “sondaggi al 30% se c’è lui”. No, dico: 1 italiano su 3 voterebbe il PDL ma solo se il candidato premier fosse Silvio Berlusconi. Quello di Ruby, quello della Minetti, quello dei Tarantini e delle D’Addario, quello che diceva che i ristoranti erano pieni, quello che potrei andare avanti una settimana. Ma soprattutto, quello che ha calpestato tutti i principi di chi ha un pensiero di centrodestra.

Poi non sorprendiamoci se navighiamo in un mare di merda, evitiamo anche di incazzarci con il mondo malevolo. Il problema vero di questo paese sono quelli che lo popolano. E mia nonna, vera saggia di altri tempi, diceva sempre: chi è causa del proprio male pianga se stesso.

Ma qui sono finite pure le lacrime.

 

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Lo so, sembra un po’ blasfemo unire le due cose, mettere le foto delle aree terremotate e poi parlarvi del paradiso, ma non è che possiamo fare una colpa a questi signori delle disgrazie altrui. Forse questa immagine rappresenta un po’ il paradosso della nostra strana vita. Le zone di mantova, modena, ferrara colpite dal terremoto sono tra i 100 e i 200 km dal posto che vedete fotografato.

si tratta del golf club chervò, località pozzolengo, a due passi dall’uscita di sirmione dell’autostrada. Onestamente, uno dei posti più belli che io abbia visto nel nord italia: manca solo una cosa perché il luogo diventi straordinario, ovvero una maggiore ricerca del design anzichè affidarsi allo stile barocco tipico dei posti da matrimonio.

Ma vi assicuro che per il resto questo è un ambiente da mille e una notte. Ho presentato un evento qui e ho approfittato per sfruttarne l’ospitalità.

Alla base c’è il golf club, costruito qualche anno fa, accanto al quale c’è la struttura che si vede in fotografia. La foto è scattata dalla club house del golf club, dove esiste anche un ristorante, ovviamente aperto anche agli esterni.

l’hotel è la meraviglia che vedete, agganciata anche ad un’area con residenze private. Una formula con un mix hotel/appartamenti in un contesto ricostruito per rispettare la fisionomia originale della zona. parte del resort è addirittura risalente a qualche secolo fa, mentre il resto è stato realizzato di recente con uno stile adatto al blocco storico.

La chiesetta viene usata nel weekend per le celebrazioni domenicali, ma diciamo che per essere un po’ blasfemi il primo rito della domenica si consuma alla colazione.

il contesto è stupendo ed incredibilmente rilassante. Altra zona bellissima è quella della piscina bionatura, che ha la sua caratteristica principale nella depurazione senza cloro.

vengono usati metodi alternativi per la pulizia dell’acqua evitando la chimica aggressiva.

Davvero un posto fantastico e per quanto ho visto, i prezzi non sono molto lontani da quelli che trovate per un qualunque hotel sul lago di garda, dove non è che abbiano la manina leggera. Non costa certo come una pensione a pietra ligure, ma è di gran lunga più conveniente di altri hotel molti più brutti che mi è capitato di vedere.

messo tra la mete preferite.

Condividi:
Tempo di lettura:1 min