Ieri curiosavo alcune foto fatte nel weekend e mi è caduto l’occhio su questa immagine di domenica mattina: osservate lo sguardo del nanetto di casa. Non sembra implorare aiuto?!?

Credo che la maggiore consapevolezza gli stia dando qualche preoccupazione per il papà che si è trovato: “con tutti quei bei papà belli precisi, doveva proprio capitarne uno così scombinato?!? “

“Una vita d’inferno, a partire da questo caschetto da minus habens che mi infilano in testa appena entro in casa e che nelle foto mi fanno uscire tipo soldatino delle sturmtruppen”.

Ma non c’è niente da fare, safety first, e il caschetto se lo tiene! All’inizio un dramma, ora mi fa ridere che iniziando a giocare per lui sia normale infilarlo. Ma forse quello sguardo svela che è pura rassegnazione, non certo accettazione.

 

Condividi:
Tempo di lettura:1 min