Categorie
operazione mammo

Segnali di cedimento

All’ottantaseiesima replica di cars comincio a dare segni evidenti di cedimento.

Saetta mi stava pure simpatico quando per la prima volta vidi questo film. Oggi spero che bruci nelle fiamme della Piston Cup, ma lui (maledetto) sopravvive sempre.

Se lui e la Peppa Pig se ne andassero a quel paese sarebbe una giornata fantastica!

🙂

Categorie
opinioni

La mosca bianca

Da un po’ di tempo scrivo molto poco su questo spazio per svariate ragioni:
1 non credo che il mondo stia con il fiato sospeso ad aspettare quello che ho da scrivere, forse è vero il contrario

2 tenendo fede alla promessa con cui ho aperto questo blog, dovrei scrivere una montagna di lamentele

3 scrivendo la montagna di lamentele, non sono così sicuro che tutti siano in grado di comprenderle

Ciò premesso, devo dire che questa mattina mi sono svegliato con quel tumulto di pensieri dentro la testa che ogni tanto bisogna sfogare.

In Inghilterra hanno inventato lo speaker corner da noi purtroppo restano solo i social network, Che poi, se ci pensate, sono esattamente la stessa cosa. Uno spazio dove ognuno fa a dire cose che nessuno in realtà ascolta.

Nella migliore delle ipotesi, quando qualcuno le ascolta restano comunque scritte lì, poi quando c’è da fare qualcosa non si cambia mai niente.

Tutto questo preambolo infinito, per arrivare alla domanda che mi gira in testa da un po’: voi siete consapevoli che noi siamo già morti e stiamo campando con i tempi supplementari?

Avete chiara la prospettiva che noi abbiamo davanti, cioè nessuna?

Viviamo in un paese in cui la prima e la seconda carica dello Stato sono coinvolte, pur se come testimoni, in un processo che riguarda la mafia.

Poi c’è una puttana che va in televisione, che ammette davanti a tutti di aver dato il proprio corpo per produrre una fiction televisiva e viene trattata come Santa Maria Goretti. Anzi, secondo me è anche peggio, perché di solito una che fa la prostituta lo fa per disperazione, questa invece per produrre una fiction televisiva, complimenti.

Ancora peggio il teatrino scatenato tutto intorno con gente scandalizzata e quasi meravigliata, come se la pratica fosse da noi riservata alla sola coppia in questione.

A proposito di televisione: ma avete visto l’insopportabile teatrino del fine settimana di Fabio Fazio? Una specie di zerbino nei confronti della ministro kyenge, una iena con il nano brunetta che gli ricordava cheé uno scandalo che un dipendente pubblico prenda € 5.400.000.

Io non ho avuto il tempo per farlo, ma nei prossimi giorni farò una giro di inchiesta per capire quali sono gli stipendi più alti nelle televisioni pubbliche degli altri paesi del mondo. Perché é a quello che ci dobbiamo riferire noi, non alle pratiche ormai consuete del nostro povero sfigato demolito paese.

E non vale solo per lo stipendio di Fazio ma anche per il tema oggi molto dibattuto ad esempio del rapporto con gli immigrati. Mi fanno pena coloro che travisano l’informazione sostenendo che in Francia non esiste reato di immigrazione e quindi lo dobbiamo abolire anche noi. Perché quel reato c’è in Germania, in Inghilterra, in Svizzera e quindi? Vale di più la singola svizzera perché fa comodo a qualcuno?

Tema lungo, complesso, troppo per un blog di questo tipo, ma è una delle tante contraddizioni assurde del nostro disastrato paese.

Ma voi davvero volete vivere in un posto così? Io mi sto ponendo seriamente il dubbio, non tanto per me che ho espresso la fase più attiva della mia carriera professionale, ma per il nanetto che ho dentro casa.

La cosa poi che mi fa più specie in questi giorni é che quelli come me, che fanno un sacco di domande, alla fine sono un po’ rompicoglioni.

Peccato però che le risposte non arrivino mai. Fine del pippone.