Categorie
opinioni

Lo stato che non vorrei

Ecco un altro esempio dello stato arrogante, a cui sono diventato decisamente allergico.

Quello che costruisce un palco per un giuramento che dura due ore, finisce di montarlo la sera  per smontarlo la mattina dopo e impone il divieto di parcheggio a tutti i residenti.

Perché, la tribuna dello stadio non bastava? Il palazzetto dello sport era  troppo piccolo?
No, ci mancherebbe. Chi se ne accorge dell’evento  se non si smobilitano tutti i residenti della zona?

Meglio andare nel centro della città, non vorremo lasciare solo a Kim Jong quello là  il gusto pacchiano di una bella parata ben visibile per fare sfoggio di forza.

Peccato che alla fine il conto lo paghiamo noi, quel palco montato e smontato in tutta fretta finisce in quel calderone imperscrutabile di spese inutili che messe tutte insieme contribuiscono alla voragine che ben conosciamo.

Ci sono molte cose che vorrei dal nostro statarello malandato, questo modo arrogante di farsi vedere a spese altrui non rientra nella lista.

Sono l’unico a pensarla così? Per la mia salute mentale, ditemi che non sono solo. 🙂