Categorie
opinioni

30 giugno. Again. Dieci anni dopo Play Radio

E’ sempre strano quando il calendario segna la data del 30 giugno. E’ un po’ come essere tagliato in due pezzi quasi simmetrici, uno schiacciato verso il basso, l’altro proiettato verso domani.

30 giugno 2007.  Chiude Play Radio.
30 giugno 2007. Il giorno in cui compro il mio primo iPhone.

Probabilmente l’investimento di 600 dollari non era altro che una spesa consolatoria, per cancellare la tristezza di un fallimento clamoroso come quello di Play Radio.

Ho lasciato RTL 102.5, dove da poco ricoprivo la carica di Direttore generale per abbracciare un progetto ambizioso quanto curioso, perché il mandato era quello di preparare la radio di domani. Forse però io avevo capito male il compito assegnato.

Di Luca

Scrittore seriale, tecnomane, radiofonico antico e papà.
Le idee espresse qui sono prodotte a titolo personale e in nessun modo rappresentano la posizione o il pensiero dell'azienda per cui lavoro.

1 risposta su “30 giugno. Again. Dieci anni dopo Play Radio”

Due settimane fa eravamo al parco Sempione e passando davanti a quel bar, che non conoscevo, ho detto a Marco, “ma è il Bar Bianco del funerale di Play!” ..buffo avere ricordi di cose non vissute, ma tu ne parlasti in quell’ultima ora e lo raccontasti anche sul blog il giorno dopo. Il ricordo di un ricordo altrui è già quasi memoria.
Tommaso invece lo ricordo bene e vabbè nelle tue parole per descriverlo penso ci sia dentro tutto il suo acume, la sua sensibilità e la sua profondità.

I commenti sono chiusi