Aggiornamento Blog Party: momento di leggero stress

Ve lo dico, il Blog Party è sempre momento divertente, ma quest’anno è un motivo di stress infinito. 

Non per il blog party in sè, ma perché si infila in mezzo ad una serie interminabile di weekend in cui c’è qualche impegno professionale tra l’inderogabile e l’impossibile.

Cercate di non farvi trarre in inganno dalla mia innata capacità di bluffare: anche quando sembro intento a non fare niente, in realtà sono magari in trasferta per qualche impegno di lavoro in cui coinvolgo anche la famiglia!

Da agosto ad oggi, non c’è stato un solo fine settimana in cui mi sia dedicato al mio sport preferito, lo sfondamento del divano. 

Ok, ma lo stress?

Lo stress viene dal fatto che tutti i posti che avevo individuato per il blog party sono pieni! Avete capito bene: in una stupida, normale, banale, quasi fastidiosa ed inutile domenica datata 21 ottobre i ristoranti intorno a Milano sono già tutti pieni e questo perché pare che in molte parrocchie si celebrino le prime comunioni.

Ma che roba è?!? Le prime comunioni non erano sinonimo di primavera? Mese di maggio?!? Stagione calda?!? 

Da quando la buona abitudine di celebrarle a maggio è stata abbandonata per passare ad una grigia domenica autunnale?!? Non ci sono più le mezze stagioni e nemmeno la religione. ma d’altro canto anche io la rinnegherei se mi chiedessero di vivere una ricorrenza importante in una domenica del genere.

Vabbè, come è, come non è, il dato di fatto è che entrambi i posti per cui vi avevo chiesto di votare sono pieni e questo genera in me un leggero senso di stress. Ma piccolo piccolo.

Sto per chiudere il computer e passare al tablet per passare al setaccio tutte le cascine, gli agriturismo, le osterie, bettole, taverne, varie ed eventuali nella cerchia intorno a Milano per trovare lo spazio giusto per noi.

Ce la posso fare. Forse. Voi segnate in agenda la data del 21 ottobre 2018, il luogo è più o meno Milano, nella peggiore delle ipotesi, tutti in autogrill!

A breve, spero, vi do le coordinate giuste, ma voi non pensate di sfuggire alla morsa del reciclone. Sia chiaro, nessuna scusa.