Categorie
viaggi

Se il paradiso esiste, Begonia ha le chiavi

Se visitate il Nord della Sardegna, avete una tappa obbligata. Hotel Baja, dove nella Spa del nuovo Hotel, trovate Begonia.

Donna spagnola, residente da anni in Sardegna, gestisce un centro estetico bellissimo, dove si fa un trattamento chiamato Crisalide.

Mettete via i soldini necessari per il trattamento, perché dopo il massaggio a quattro mani, fatto in “ambiente di acqua”, il paradiso non sarà più un concetto astratto.

Semplicemente fantastico, voce del verbo meraviglia.

Non vi spiego come è fatto, vi toglierei una sorpresa, ma è come essere strappati dalla brutture della vita moderna per essere proiettati in quello che secondo me dovrebbe essere il paradiso.

Cannigione, Hotel Baja, Spa gestita da Begonia. È la porta segreta verso una nuova dimensione.

Categorie
Immagini

Voglio abbonarmi pure io!!!!

Categorie
Immagini

Tamarri da spiaggia

La foto da sola è esplicativa dell’argomento. In realtà tamarri da piscina, ma la sostanza non cambia. Tamarri. Indipendentemente dal luogo  in cui si trovano.

Ecco il tamarro temerario alla scoperta della piscina.

piscina nano

Notare la presenza anche in acqua dell’inseparabile ruspa, che lo accompagna anche nelle escursioni in lidi lontani.

nano ruspa

 

Categorie
opinioni

A pensarci bene

Io sono santo, altro che brutta persona. La recente vicenda delle vacanze, mi dice che in realtà qualcuno dovrebbe alzare il telefono e dire a Papa Francesco che insieme a Papa Giovanni e a Giovanni Paolo II il 31 ottobre c’è un altro che merita di salire all’onore degli altari.

Ha pochi capelli, si occupa di radio e ha una passione sfrenata per la tecnologia. Oltre ad una pazienza infinita. Dopo le vacanze dello scorso anno, sono stato categorico: il prossimo anno, vacanza a portata di auto, con sistemazione comoda, senza sbattimenti, con 3 ore di trasferimento massimo e senza rotture di palle di alcun tipo. Condizione inderogabile: dimensione bambino.

Ecco perché tre ore di aereo ci porteranno a Mykonos, da cui prenderemo un seajet per andare a Paros, notoriamente isola ricca di pinete e spazi al riparo dal sole, dove passeggiare con un nanetto dotato di panzetta.

No Santo subito, perché sarei il primo santo decaduto, dato che prima o poi la uccido. 😀

Categorie
storie

Ma non vi vergognate?

Ieri leggevo l’articolo sul giornale dedicato a Beppe grillo in vacanza, indicato in prima pagina come se fosse una delle notizie fondamentali di cui chiacchierare.

Ormai l’assalto mediatico coordinato e concentrato su Beppe grillo e sul suo movimento risulta così evidente da diventare inefficace: è interessante però sottolineare come Corriere della Sera, Repubblica, il giornale, il giornalino della parrocchia di Bottanuco, siano tutti incredibilmente coesi con un unico obiettivo: demolire l’immagine di Beppe grillo.

Purtroppo, credo che il risultato non sarà così scontato: Beppe grillo ha dichiarato più volte di essere milionario, fortuna che ha accumulato nel corso degli anni con il proprio lavoro, senza percepire un solo euro dalle casse dello Stato. Non mi sembra così anomalo, che una persona comunque di livello economico elevato decida di passare le vacanze in Sardegna.

Capisco che siamo nell’epoca dell’invidia e periodo in cui chi è più ricco di noi ci sta un po’ sui Maroni, ma credo che andare in vacanza in una bella isola non rappresenti ancora un reato né contro le persone né contro lo Stato.

L’opera, però, è stata completata questa mattina sempre dal Corriere della Sera che pubblica un titolo sempre sulla stessa notizia, come se fosse una delle notizie fondamentali della giornata, con il commento dell’onorevole o senatore Quagliarello, non so che carica abbia e poco importa.

Mia nonna una volta diceva che alcune persone hanno la faccia come il culo, forse aveva ragione. Sottolineo il forse. Che il rappresentante di un partito che è il peggio dello sfruttamento della posizione politica a proprio vantaggio, come svariati casi ci hanno dimostrato (fiorito?!?), ci venga fare la morale sulle vacanze in Sardegna di uno che non è manco deputato, credo urli vendetta non solo al cospetto di Dio ma anche di chi legge quelle cazzate.

Ma Qaugliarello, che ha votato in parlamento che Ruby era la nipote di Mubarak non si vergogna? Lo faccio io per lui, perché c’è un limite di decenza che non è valicabile.

Categorie
Immagini

Milano, mon amour (a giorni alterni)