Ecco, bello vedere che gli insegnamenti funzionano.

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Sono preoccupato, molto preoccupato.

Mio figlio pronuncia delle frasi che probabilmente in altri momenti della nostra storia sarebbero state passibili di denuncia.

Ha compiuto tre anni da due settimane, ma riesce a dire mostruosità come: “questo giocattolo è bagnato, per cui è meglio se non lo mettiamo sul tavolo.”

Qualche minuto fa riuscito a pronunciare questa frase oscena: “Pensavo fosse il mio asciugamano.

Ditemi che guarirà, per favore.

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Qui la situazione si fa preoccupante. Venerdì sera, ore 19. Recupero il nanetto dalla nonna e mi avvio a casa.

Appena partiti, Andrea mi chiede dove avessi intenzione di andare a cena il giorno dopo, sabato sera.

La domanda parte dal nulla, senza alcuna ragione per cui potesse essere formulata.

Rispondo che non abbiamo programmi chiedo: ma se il papà e la mamma escono, tu dove vai?

La risposta è immediata: io vado a dormire dalla nonna, me lo ha chiesto lei!

Ribatto a quell’affermazione: dalla nonna? Ma lei e a casa? E soprattutto è libera?

Andrea risponde senza esitazione: sì, me lo ha detto lei di andare!

Torno a casa e risultati che nostro figlio ha deciso di mandarci a cena fuori la sera dopo.

A quel punto la mamma fa le mie stesse domande, ma la versione é leggermente diversa.

Chiede la mamma: chi ti ha detto che usciamo domani? Risposta: me lo ha detto la nonna, che mi ha anche detto che io vado a dormire da lei.

Incuriositi, telefoniamo alla nonna, per chiedere se avesse detto ad Andrea che era invitato a casa il sabato sera.

La nonna, come prevedibile, cade dalle nuvole, non sa di cosa parliamo.

Sì siamo a questi livelli a tre anni, cosa mi devo aspettare a 18?

Forse non sono preparato alla nuova generazione. 🙂

Condividi:
Tempo di lettura:1 min
Page 3 of 13« Prima...234510...Last »