Categorie
viaggi

COSA VEDERE A MAUI, HAWAII. QUEI COLORI CHE NON SCORDI.

Sono rientrato da qualche giorno dalla mia ultima scorribanda in terra americana e posso raccontarvi cosa vedere a Maui, Hawaii.

Maui è una delle isole principali dell’arcipelago, una sorta di via di mezzo tra quelle più selvagge e la big Island di Honolulu, dove è difficile cogliere le differenze con alcuni quartieri di una qualunque megalopoli americana.

E’ la seconda volta che visito l’isola e grazie a questa seconda esperienza sono riuscito ad esplorare anche la zona che in precedenza invece avevo perso, quella della foresta pluviale che si trova nell’area a nord est.

COSA VEDERE A MAUI

Maui, come tutte le isole delle Hawaii ha un origine vulcanica e nel suo cuore ha proprio il vulcano che vi fa arrivare fino ad una quota di 3.000 metri, dove potete giungere direttamente con la vostra auto.

Attenzione però all’escursione termica e magari anche all’altitudine, perché per qualcuno l’escursione da 0 a 3.000 nel giro di poco tempo potrebbe essere fastidiosa.

Quello che è semplicemente superlativo quando siete sul vulcano è il tramonto, anche perché non penso che siate così pazzi da svegliarvi alle 3 del mattino per vedere l’alba.

COSA VEDERE A MAUI

La strada è abbastanza agevole, ma attenzione perché quando si parte verso il vulcano bisogna avere telefono super carico, viveri e acqua, ma soprattutto la macchina con il serbatoio pienissimo.

Si fanno tantissimi chilometri senza trovare un solo distributore di benzina, per cui il rischio di rimanere a piedi è altissimo.

COSA VEDERE A MAUI

Le spiagge di Maui

Quando invece rimanete vicino al mare, ci sono essenzialmente due diverse realtà, quella della costa nord con il vento, le onde, i surfisti e tutto quello che le Hawaii possono stimolare nel vostro immaginario,

A sud, invece, la situazione è completamente diversa, con le spiagge, il mare calmo, il fondale che degrada lentamente e una condizione che potreste trovare in molte altre località di vacanza in giro per il mondo.

Non solo, perché se il lato sud dell’isola coincide con la zona di Wailea, allora sarete nello spazio dedicato ai grandi alberghi, dal Waldorf al Marriott, passando per il Fairmont, in pratica sarà come essere a Miami, piuttosto che Cancun, sarà difficile notare la differenza.

In questa zona, alcune spiagge non sono facili da raggiungere perché “rinchiuse” dalle strutture alberghiere, ma succede solo su un tratto molto breve.

Il fondale non è chiarissimo, per questo motivo non ho quasi mai trovato le spiagge paradisiache che sono sempre state nel mio immaginario pensando alle Hawai.

Hamoa beach

Le spiagge più belle dell’isola sono sparse nei diversi punti cardinali. Ad est cercate Hamoa Beach, mentre ad ovest vi segnalo Kaanapali Beach; a sud ci sono Big Beach e Kamaole.

L’ultima segnalazione che vi faccio è Honokalakani, che combina le rocce nere con la sabbia chiara ed è onestamente fighissima.

Non corrisponde allo stereotipo di spiaggia “tropicale” perché la sabbia vulcanica conferisce un aspetto completamente diverso, ma offre un colpo d’occhio molto affascinante.

Honokalakani cosa vedere a Maui Hawaii

La strada di Hana, un capolavoro

Quando ho letto la prima volta della strada che porta da Paia ad Hana non ho compreso bene di cosa parlassimo, perché la descrizione del percorso è difficile da immaginare se si sta frequentando un punto diverso dall’isola.

Quella è la zona della foresta pluviale, dove il verde è verde davvero, dove la natura trionfa, dove l’acqua è ovunque, dove piove tutti i giorni con un impeto tropicale, dove il clima è travolgente, per quanto è affascinante.

Gli alberi di eucalipto colorati, cascate e corsi d’acqua ovunque, ma soprattutto nell’arco di 39 miglia ci sono ben 600 curve.

In alcuni punti, poi, si può arrivare fino al mare, dove lo scenario spesso è quello del vulcano che incontra il mare, uno spettacolo assoluto.

Si parte da Paia, una delle cittadine più affascinanti dell’isola, dove trovate case basse in legno, persone in ciabatte e un clima esageratamente rilassato. Se ci andate, fermata obbligatoria al Cafè Des Amis, un crêpes bar che vi farà pensare di essere in Costa Azzurra.

Una volta lasciata Paia comincerà. un numero infinito di curve e controcurve, con strettoie e segnali di precedenza, che vi porterà in poco più di due ore fino ad Hana.

Sono meno di 60 kilometri, vuol dire che viaggerete a circa 30 km/h per tutto il vostro tragitto.

La bellezza di questo percorso è indescrivibile, sempre che non si soffra di mal d’auto. Una volta arrivati ad Hana potete scegliere se tornare indietro o completare la circumnavigazione dell’isola, però attenzione perché c’è un tratto di strada sterrato che (in teoria) non ha copertura assicurativa.

Se vi succede qualcosa con l’auto a noleggio mentre siete lì, sono dolori.

Ancora una volta una raccomandazione fondamentale: partite da Paia con il serbatoio pieno, pienissimo.

Non troverete un solo distributore lungo tutto il tratto tra Paia ed Hana.

Ok, ma i colori?

Ci arrivo tra poco, perché i colori sono quello che amerete di Maui nelle giornate di sole.

I colori che troverete in tutte le loro sfumature anche dalla parte opposta dell’isola, quando andando a sud ovest raggiungerete la città di Lahina, che è forse la più “stereotipo-turistica” dell’isola.

cosa vedere a Maui

Strutture in legno, colori pastello, è di legno anche l’unico centro commerciale della città, che vi farà pensare a qualche film con le spie dove di solito tra un cocktail e l’altro ad un certo punto si comincia a sparare.

La cittadina di Lahina è incredibilmente rilassante. C’è un’aria che vi fa fare la pace con il mondo, ovunque andiate.

Certo, c’è il solito moto americano a trasformare qualunque cosa in merchandising, ma il posto è proprio carino.

Non c’è niente. Il suo bello è proprio quello. Ci sono il sole, il mare, il clima rilassato, cosa vi serve di più?

Shopping sull’isola

Se pensate anche allo shopping, avete due destinazioni: Shops at Wailea, vicino agli Hotel Marriot e Waldorf Astoria nella zona dei maxi alberghi.

In questo punto dell’isola c’è un centro commerciale che offre anche marchi prestigiosi come Gucci o Luis Vuitton.

Se invece avete voglia di un po’ di shopping made in USA con i grandi mall, dovete puntare verso la capitale dell’isola Kahului, dove trovate tutti i grandi marchi del commercio, da Target a Walmart, passando per Safeways.

Ma questi colori arrivano?

I colori in realtà sono ovunque e sono pronti a travolgervi. In particolare se frequentate le Hawaii in periodo invernale, quando da noi sembra che sia tutto in bianco e nero.

COSA VEDERE A MAUI
COSA VEDERE A MAUI

Se non vi bastano questi, non saprei proprio cosa inventarmi. Maui è un posto splendido, è un piacere per il caldo, le spiagge, ma soprattutto per l’intensità dei colori.

Il volo è infinito, è necessario una tappa sulla costa ovest americana per arrivarci, ma ne vale davvero la pena.

2 risposte su “COSA VEDERE A MAUI, HAWAII. QUEI COLORI CHE NON SCORDI.”

I commenti sono chiusi