Enoteca Zanini: fuga dallo stress con un sacco di coccole

Dentro OFFAIR.IT ci sono tutte le mie diverse anime, compresa la passione per il cibo e per il ristorante, come momento di relax e come occasione per sperimentare ciò che a casa non preparerei mai.

L’enoteca Zanini, nel cuore di uno dei borghi più belli della città di Bergamo, è tutto questo in un unico luogo.

Questo è un posto con una storia lunghissima: una volta era un circolo culturale noto in città, che ha poi lasciato posto all’attuale ristorante che inizialmente si chiamava “i Santi”

Enoteca Zanini

Il nome “Enoteca Zanini” fa capire chiaramente la vocazione per il vino buono, quello che potete ordinare in loco o che potete anche comprare e portare a casa vostra per i momenti di meditazione.

Enoteca Zanini

Qui sopra vedete solo una piccola parte della riserva dell’enoteca, in realtà c’è un grande assortimento che vi permette di spaziare tra diverse  soluzioni con rapporto qualità/prezzo eccellente.
Se invece volete esagerare e volete bottiglie importanti, basta chiedere a Nicola, che ha vasta esperienza e nella zona pregiata ha etichette da competizione.

All’interno del ristorante c’è anche una piccola dispensa con le materie prime che vengono usate in cucina.


L’origine piemontese del già citato Nicola, che gestisce il ristorante  con la moglie Dani, è tradita dai molti prodotti della tradizione sabauda che trovate in vendita in questo spazio.

Enoteca Zanini

C’è molto della cucina pedemontana anche nel menù, che in questo periodo ha il suo pezzo forte nel tartufo.
Ma la carta  é ricca di molte altre  chicche, come il piatto che ho scelto ieri come antipasto:  un flan di zucca con una riduzione di liquirizia e briciole di amaretto.

Flan di zucca con riduzione di liquirizia

Nella stagione del tartufo trovate un trittico di alternative:  un semplice uovo al tegamino, gustosi tagliolini con una grattuggiatina oppure una classica battuta di manzo con la preziosa spolverata.

Se preferite pesce, chiedete all’oste, perché ogni giorno lo chef si sbizzarrisce con scelte originali, comunque mai banali.

Non so se é chiaro, ma qui io sto quasi meglio che a casa mia, anche perché la guancia stufata come quella che ho mangiato ieri io non so cucinarla.

Se vivete a Bergamo, o vi capita di passarci per qualsiasi ragione, non perdete l’occasione di una fuga dal rumore della città. Ne vale la pena.