IL CAPODANNO A LA SPEZIA DI RADIO NUMBER ONE

Leggo in queste ore con dispiacere e un po’ di stupore le dichiarazioni di Federica Pecunia, capogruppo di ItaliaViva a La Spezia, sul prossimo capodanno della città, dove sarà ospite il team di Radio Number One, che trasmetterà l’evento in diretta.

Dispiacere, perché senza una comprensibile ragione viene usato un tono dispregiativo nei confronti di uno dei gruppi radiofonici più prestigiosi nella radiofonia locale italiana.

Stupore perché la signora Pecunia infarcisce di inesattezze e di false informazioni la sua invettiva politica in cui ci troviamo, nostro malgrado, coinvolti.

Il comunicato di ItaliaViva

I veri number one siete voi, che riuscite a spendere 55mila euro per un capodanno anonimo e privo di logica. Che senso ha Radio Number One di Bergamo alla Spezia? E la pubblicità in quelle valli pensate possa muovere grandi masse di pubblico? Ci dobbiamo aspettare il tutto esaurito negli alberghi in città per il famoso capodanno bergamasco del golfo? Cinquantamila euro per un cast artistico da sagra di paese con l’attrattiva di una serata a Equitalia e per andare in diretta a Bergamo: a raccontarla prima non ci avrebbe creduto nessuno. Siete voi i veri Number One!

Io di questa radio sono lo station manager e colgo l’occasione per dare alla Signora Pecunia alcune informazioni che possono aiutarla ad avere un quadro migliore.

Quella che lei identifica come una radio delle valli bergamasche, è la principale emittente di un gruppo che nella sola area della Spezia gestisce quattro emittenti.

Oltre alla già citata Radio Number One, ci sono infatti One Dance, Radio Nostalgia e Radio 19, tutte impegnate nella promozione del capodanno della città di La Spezia.

Tutte insieme, le nostre radio rappresentano il polo radiofonico più ascoltato della regione.

La “pubblicità” nelle valli, come viene apostrofata dalla Signora Pecunia, verrà in realtà diffusa in 6 regioni, attraverso quasi 250 ripetitori, che raggiungeranno 1.100.000 ascoltatori ogni giorno, per un totale di quasi 4.500.000 di fruitori nell’arco di una settimana.

Quanti di questi decideranno di passare il loro capodanno a La Spezia non lo possiamo sapere, ma abbiamo la certezza di prepararci ad offrire alla città una promozione con una risonanza che probabilmente non è stata offerta in anni recenti.

Nel messaggio diffuso dalla signora Pecunia viene aggiunto che la serata ha un’attrattiva pari a quella trascorsa in Equitalia e che la diretta su Bergamo è addirittura incredibile.

Ci tengo a sottolineare che negli ultimi anni, tenendo fede al proprio motto “radio number one è dove vivi tu”, la nostra emittente ha gestito e animato le piazze di Alessandria, Vercelli, Monza, Bergamo, Varese, Genova, Cervinia, Desenzano del Garda, solo per citarne alcune.

Non più di qualche mese fa, abbiamo fatto il tutto esaurito praticamente per tutta l’estate, organizzando gli eventi dello Shopping Center Brugnato.

Siamo la radio che gestisce gli eventi della città di Monza durante il weekend del Gran Premio di Formula 1, non so come sia l’ufficio di Equitalia a La Spezia in quanto a frequentazione, ma la città di Monza nel primo weekend di settembre pare sia un po’ più popolata.

E poi gli ospiti: sappiamo che i nostri amministratori usano la tv solo per seguire i dibattiti politici che interessano solo a loro, quindi sarà utile ricordare che Emma Muscat e Astol arrivano dalla trasmissione Amici.

La prima ha circa 800.000 followers su Instagram, il secondo 328.000; quindi c’è Davide Locatelli, pianista rock, che ha appena partecipato alla trasmissione All Together Now e che viene seguito su Facebook da oltre 260.000, sono circa 75.000 su Instagram.

A completare l’organico ci sono i Backstreet Back, un’ottima cover band, che ha un programma molto interessante e il cui compito è di accompagnare la serata.

Completano l’organico una delle voci radiofoniche più esperte d’Italia, Alex Peroni, insieme a due professionisti del palco come Laura Basile e Guglielmo Meregalli.

Hanno calcato palchi in tutta Italia e sono riconosciuti da tutti come eccellenti animatori.

Definirlo “programma da sagra” è quanto meno irrispettoso della professionalità messa in campo.

La diretta, invece sarà diffusa in Liguria, Lombardia, Piemonte, Valle D’Aosta, Emilia, parte della Toscana, parte del Veneto e in tutta la Svizzera Italiana, regioni da cui (verosimilmente) arriveranno i turisti che nel corso del 2020 frequenteranno la città di La Spezia, che siamo felici di promuovere e onorati di frequentare in una nottata speciale come quella di capodanno.

Non vogliamo entrare in diatribe politiche che non ci interessano e che non ci competono: un evento come l’ultima notte dell’anno dovrebbe essere un’occasione per unire una città, non un pretesto per qualche polemica sterile, per altro basata su un trionfo di inesattezze.

Saremo felici di ospitare Federica Pecunia alla serata che cureremo con la passione e la positività di sempre, quelle che negli anni ci hanno portato in oltre 300 piazze del nord Italia.

Se per la signora Pecunia non è abbastanza, le auguriamo di trovare partner migliori di noi se governerà la città.

Noi, se dovesse capitare, avremo più rispetto e più obiettività nei confronti del suo lavoro di quello che lei ha mostrato per il nostro.