Travel

Travel

VIAGGI DA RACCONTARE

Food

Food

POSTI DA CONSIGLIARE

Ideas

Ideas

IDEE DA CONDIVIDERE

Girato la notte di capodanno, m o tato in 24 ore. Quale é il desiderio per tuo figlio?

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Potevamo rinunciare alla pataccata di fronte all’albero di Natale?!? Non sia mai!!! Ecco la ormai consolidata tradizione natalizia, l’anno prossimo mi devo ricordare il trucco e soprattutto il parrucco!!!

IMG_5502-0.JPG

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Non pare vero, ma anche quest’anno é arrivato. Io alla radio comincio il count down quando siamo ad aprile, quando proprio arrivo tardi comincio a maggio.

E minuto dopo minuto, ora dopo ora, giorno dopo giorno siamo arrivati qui.

Ieri sera sentivo in un bar tra un toast e un caffè una curiosa discussione tra la barista cinese e una anziana milanese: quest’ultima diceva che il natale era triste perché siamo tutti più poveri, la cinese le ricordava che per lei natale non esiste ma invitava l’anziana ba pensare da cosa fosse nata la festa.

Una cinese senza dio (ma in senso figurato) che ricorda ad una anziana donna che forse il natale non si misura con i pacchetti.

Ecco io per quest’anno le ho viste tutte e posso serenamente farvi i miei auguri.

Ho pensato di celebrarlo alla radio con un gioco speciale regalando addirittura un viaggio a new york, ho immaginato una promozione 3.0 che incrociasse il web con la radio, il  futuro con il presente, mettendo in mezzo la magia del viaggio.

Qualcuno ha cercato di barare e quando é stato scoperto ha anche urlato alla disonestà diffamando la radio.

Sono un po’ stanco di tutto questo…. Riusciremo ad avere un natale con un presente migliore? La speranza é l’ultima a morire, ma al quarantaseiesimo natale comincio a nutrire qualche dubbio…

Ma non demordo e vi auguro buon natale con la speranza che sia quello buono.

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Ci stiamo preparando per l’arrivo di Santa Lucia.

Per chi non lo sapesse, nella zona del nord est esiste questa tradizione secolare che coinvolge i bambini a cui Santa Lucia porta i regali tra il 12 e il 13 dicembre.

Siamo in fase di produzione dello spuntino per la povera donna in viaggio con il suo asinello.

Ecco lo chef al lavoro.

image

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Dovrebbe essere bruciata, ma é evidente che la nuova generazione sia in fase di regresso rispetto alla nostra delle rivoluzioni studentesche

IMG_5446.JPG

IMG_5447.JPG

IMG_5448.JPG

IMG_5452.JPG

IMG_5455.JPG

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Qualche minuto fa sono salito in macchina e dopo qualche secondo mi è squillato il telefono, con una chiamata da un numero sconosciuto ma che appariva quello di un centralino.
Immaginando che potesse essere una chiamata per il lavoro ho risposto e dall’altra parte ho trovato una signorina che mi ha detto: la prego, non vendo niente, mi dia almeno il tempo di spiegare.

Davanti ad una richiesta di questo tipo, se non è proprio momento pessimo dell’esistenza di un uomo, qualche minuto si può anche concedere.

La signorina dall’altra parte ha spiegato che sta facendo una ricerca di mercato relativa alla soddisfazione sull’utilizzo dei prodotti di telefonia mobile.

Quindi mi ha chiesto se lavorassi per un operatore di telefonia, per una società di comunicazione, fossi un giornalista.
Poiché ricadevo in ben due delle tre categorie vietate, la signorina direttore purtroppo non poteva proseguire con l’intervista.

Però ha voluto ancora una volta ringraziarmi sottolineando che ero la prima persona dalle due del pomeriggio disposta a rispondere alle sue domande.

Direi che siamo giunti al totale rovesciamento della famosa canzone “piange il telefono” di Domenico Modugno, perché adesso piange chi telefona, soprattutto se cerca qualcuno disposto ad ascoltarlo.

Questo è l’effetto della demenziale intensificazione delle campagne promozionali svolte attraverso il telefono, cosa che ad esempio ha portato me a non rispondere mai al telefono di casa, a cui l’unico autorizzato a dare risposte é il nanetto.

Andrea l’unica persona in casa autorizzata ad alzare il ricevitore rispondendo ancor prima di pronunciare qualunque altra cosa “non c’è nessuno!”

Quando finirà questa tortura potremo tornare a rispondere al telefono con il piacere di sentire la voce di un amico dall’altra parte?

Condividi:
Tempo di lettura:1 min
Page 20 of 134« Prima...1019202122304050...Last »