QUATTRO MOTIVI PER ANDARE A BERLINO

Mi capita ogni anno, tutte le volte che frequento la fiera dedicata alla tecnologia di Berlino, che si chiama IFA: quando torno, impiego un sacco di tempo per liberarmi dall’idea che quella sarebbe per me la città ideale in cui vivere, forse insieme a Barcellona.

Sì, lo so, mi piacciono i posti brutti. Ho questa malattia fin da piccolo.

quattro  motivi per andare a Berlino

Anche quest’anno è successa la stessa cosa: sono appena rientrato dalla capitale della Germania, estasiato per quello che ho visto anche in questi giorni.

Ho avuto l’occasione di passare un’intera serata con un neo residente di Berlino, speravo potesse sopire le mie sensazioni e invece ha messo un carico da novanta.

Descrivendo i suoi primi mesi in città , prima viveva a Monaco di baviera, metteva un entusiasmo quasi incontenibile per ciò che l’area offre in chiave architettonica, culturale e anche per la qualità della vita e dei servizi.

quattro  motivi per andare a Berlino

Ogni tanto penso che il mio lavoro bellissimo e semplicemente impareggiabile abbia un solo difetto, quello cioè di poter essere fatto solo qui in italia.

Mi immaginereste su una radio tedesca nel tentativo di parlare quella lingua? Certo, qualcuno l’ha fatto, Marco Mazzoli Conduce il suo programma su Radio 105 vivendo addirittura a Miami con un fuso orario diverso, ma ha un ruolo differente dal mio dentro la struttura in cui lavora.

quattro  motivi per andare a Berlino

Alla fine, proprio il lavoro che ho scelto, che mi dà quotidianamente grandissime soddisfazioni e che mi offre l’opportunità di avere interessanti responsabilità, diventa il freno più grosso rispetto ad una voglia che sta diventando incontenibile, quella cioè di vivere altrove.

Ma perché Berlino? In primo luogo perché puoi sceglierla come tua città anche senza parlare il tedesco. Inizialmente, perlomeno.

Tutti parlano l’inglese, anche le persone di una certa età, probabilmente eredità della divisione della città del passato, di cui ancora oggi si leggono molti segni. (Motivo #1)

E poi c’è l’atmosfera, quella sorta di incredibile vitalità che si capta anche solo attraversando i diversi quartieri della metropoli. Non so per quale ragione, ma camminando o guidando Per le vie di Berlino è facile percepire l’energia che la città emana e la vitalità da cui è pervasa. (Motivo #2)

quattro  motivi per andare a Berlino

Non voglio nemmeno entrare nel capitolo dei servizi, perché bastano pochi giorni a Berlino, per capire come funzioni (ad esempio) il sistema dei trasporti. (Motivo #3)

Quando lo avrete fatto, vi verrà voglia di tornare a casa e di prendere a schiaffi per due settimane consecutive qualunque rappresentante politico si sia occupato di trasporti nella vostra città o nella vostra regione negli ultimi 40 anni.

Aggiungo, tra i vari motivi per cui Berlino è probabilmente la più bella città dove vivere oggi in Europa, anche l’architettura. (Motivo #4)

Quella tradizionale è molto affascinante, quella del periodo del muro è singolare, quella contemporanea è spaziale.

quattro  motivi per andare a Berlino

Questo mix molto eterogeneo contribuisce a costruire una personalità fortissima per la città.

Piste ciclabili, verde, aree molto eterogenee con caratteristiche profondamente diverse, spazi per la cultura, la campagna con i mille laghi fuori dalla città, lo shopping e anche il cibo. Berlino é tutto questo e probabilmente ci sono anche dettagli che non ho colto.

Ogni volta, lasciarla è un peccato, perché sentirsi a proprio agio é estremamente facile.

Potrei citarvi hotel di design, aree con negozietti che sembrano di un’altra epoca, Kunfusterdamm Strasse e la zona dello shopping, raccontarvi come ferrovia, metropolita e bus si incrociano alla perfezione, ma lascio a voi il piacere di scoprire cosa vi piace di più della città, senza condizionamenti.

Se trovate qualcosa di particolarmente brutto, segnalatemelo.  Io non ci ho fatto caso, oppure ho fatto finta di non vedere. Gli occhi a cuore mi hanno condizionato.