Categorie
storie

SCUSATE, MI SONO SPOSATO UN ATTIMO…

Nei giorni scorsi, come forse avrete  notato, ho rallentato drasticamente la produzione di articoli su Mister Gadget perché avevo un piccolo impegno: mi sono sposato a San Francisco e poi ho fatto una piccola fuga, prima alle Hawaii e poi a Los Angeles.

Ok, ok, potete mandarmi ufficialmente a quel paese senza alcun ritegno, ma quando una raggiunge una certa età deve per forza fare scelte un po’ drastiche.

Una piccola nota, così rispondo subito a coloro che cominceranno a scrivere le solite amenità tipiche della rete: la scelta di San Francisco non ha niente di snob, né di particolarmente posh ma è stata solo l’epilogo della serie di cose strane che ha sempre caratterizzato Tati e me.

Prima abbiamo organizzato il viaggio, poi, appresa per caso la notizia che negli USA ci si sposa in due o tre minuti (letteralmente) ci siamo accorti che quello era il posto per noi.

Così, dopo aver organizzato il viaggio, avendo già fissato una pausa a San Francisco, abbiamo individuato un’orario che si infilasse tra la colazione e il volo verso le Hawaii per sposarci, portando con noi il nostro piccolo globetrotter Andrea, che per un attimo mi dovete lasciar descrivere come il bimbo più dolce del pianeta e che anche questa volta ha assecondato quegli squinternati dei suoi genitori.

Se nella vostra vita c’è spazio per il matrimonio, come impegno di una vita a due, ma non volete tutto ciò che sta intorno, a partire dalle lacrime di vostra madre e magari non vi esalta l’idea di un pranzo con duecento invitati, vi consiglio qualcosa di simile, un’esperienza speciale, a partire dal contatto con una civiltà diversa dalla nostra, sotto tutti i punti di vista.

Su questo vorrei soffermarmi un attimo: per prenotare un matrimonio bastano pochi click su un sito che più user friendly non si può. Conta solo che voi abbiate la carta di credito, per il resto il mondo può attendere.

E quando poi siete lì… be’, qualcuno di voi si sposi a San Francisco e poi mi dica quale è la sensazione… 

Ovviamente, un po’ di  Mister Gadget anche qui. Nel giorno del mio matrimonio, ma Mevo Cam mi ha tradito, dando un errore nella gestione della memory card al momento di salvare le immagini del matrimonio. Per questo motivo sarà bandita per sempre dagli eventi importanti, la odio da qui all’eternità.

Ma con un paio di iPhone, il problema è risolto, come sempre.  

Un’ultima nota: un grazie speciale a Gianmauro Jaana che sono sempre amici speciali e senza il cui supporto non avremmo mai potuto vivere giornate così magiche. Noi vil ovviamo assai.

E niente… Ho fatto così fatica a resistere fino ad oggi, ma prima o poi doveva capitare… Capita anche ai migliori… 

2 risposte su “SCUSATE, MI SONO SPOSATO UN ATTIMO…”

Felicitazioni vivissime ragazzi! Direi che in questo modo potrei pensare di sposarmi pure io! lol
Tanti cari auguri di tanto tempo da trascorrere assieme, tra cui un’infinità di momenti belli come questo 😀

I commenti sono chiusi