Quali sono le differenze tra Italia e Inghilterra? Quali elementi ci differenziano in modo netto? Quando uno ci pensa, può trovare molte risposte.

Il tempo. O forse la regina. Potrebbero anche essere i taxi, che hanno forma diversa, o semplicemente il fatto che loro guidino dalla parte sbagliata della strada.

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

Non so voi, ma io leggo i giornali stamani e mi sembra di leggere trattati di fantascienza.

Il sindaco di Venezia, arrestato per lo scandalo Mose,  ha patteggiato una pena di 4 mesi per finanziamento illecito, quindi é tornato in ufficio e ha cominciato a lavorare come se niente fosse.

Non sapeva. Non sapeva di essere stato finanziato, non sapeva chi l’avesse finanziato, ha saputo che qualcuno gli dava soldi ma solo dopo le elezioni.

Dovrebbe fondare un partito con Scajola.

Sembra un filmetto degli anni 70 sugli scandaletti di casa nostra, di quelli in bianco e nero che di solito si vedevano d’estate.

Ma noi tanto abbiamo il mondiale. Meglio concentrarsi su Desciglio che si é fatto male. Il resto si vedrà.

(aggiornamento) il sindaco che ieri aveva detto che non si sarebbe mai dimesso, oggi per dimostrare di essere un uomo con una parola sola si é dimesso. Non prima di aver detto che chiedeva i soldi perché il partito li chiedeva.
Ieri non sapeva che altri prendevano i soldi per lui, oggi lo sa ma lo faceva conto terzi, in compenso (probabilmente per un diktat di Renzi) oggi si é dimesso. Ma questo non cambia le parole vergognose e il comportamento sconcertante tenuto ieri.

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

In questi giorni, complice il bel tempo, guardo meno la tv. in realtà la guardo già pochissimo, ma in questi giorni ho ridotto ulteriormente la dose quotidiana. Per questo, quando l’accendo, mi sento come se entrassi in una sorta di delirio collettivo di cui non capisco molto, per non dire che non capisco nulla.

Ma da quello che colgo, ho come l’impressione che stia succedendo qualcosa di brutto. E che nessuno stia facendo una piega di fronte alla prospettiva di una deriva autoritaria, che nessuno finge di vedere.

Riepilogo il quadro in cui si gioca la partita:

  • abbiamo il terzo presidente del consiglio che nessuno ha eletto
  • alla camera il partito del presidente del consiglio gode di un vantaggio clamoroso (in termini di voti), dato da quel premio di maggioranza che la corte costituzionale ha giudicato illegale
  • con i voti di un parlamento delegittimato perché eletto con una regola che non vale, il presidente del consiglio (che nessuno ha votato) sta sciogliendo l’unico organo (il senato) in cui rischi di perdere e trovare intralcio alla sua opera

Voi siete tranquilli?!? ma sì, tanto è primavera…

Condividi:
Tempo di lettura:1 min

brava la Moretti del PD.  Quando va in TV fa guadagnare voti. Agli altri.

brava la Moretti del PD.  Quando va in TV fa guad…

Caspita, ma da voi non va più di moda consultare il popolo.

Caspita, ma da voi non va più di moda consultare …

Dicono che facendo il giornalista, bisognerebbe avere una capacità di analisi approfondita di ciò che ci circonda. Dicono che facendo il giornalista si dovrebbe essere in grado di interpretare ogni fatto che ci capita di vedere.

Probabilmente questi sono i giorni in cui si conferma la teoria che probabilmente sono diventato giornalista per errore, perché onestamente non sto capendo assolutamente nulla di quello che ci sta capitando intorno.

Leggo sui giornali che probabilmente oggi avremo una crisi di governo, che mi sembra mancasse in effetti da troppo tempo nel nostro paese.

Sono circa due anni e mezzo ormai che viviamo in uno stato di emergenza politica permanente in nome di una crisi economica; adesso ci viene detto che la crisi è finita, ma probabilmente miglioriamo perché altri paesi hanno riavviato la loro economia e noi andiamo al traino.

Ma in questi due anni di governo di emergenza, cosa è cambiato, a parte il fatto di aver tassato tutto il tassabile, direttamente o indirettamente? Cosa ha fatto lo stato per contenere una gestione che ci schiaccia? Niente, se è vero che il debito continua a correre e non si arresta più.

In questo quadro desolante, appare una crisi di governo, dopo mesi di scaramucce da bambini tra gruppi politici contrapposti dentro lo stesso partito.

Confesso. Non capisco. Ma non so se ho ancora voglia di adeguarmi.

 

 

Condividi:
Tempo di lettura:1 min
Page 1 of 51234...Last »