VIAGGIO A MATERA: UN PONTE TRA I SASSI E IL 5G

La scorsa domenica ho raggiunto un risultato di cui sono particolarmente orgoglioso: con un breve viaggio a Matera ho visitato l’unica città italiana che ancora non avevo visto.

Matera, come probabilmente già saprete, è la capitale europea della cultura nel 2019 e rappresenta un ponte perfetto a cavallo tra i sassi e il 5G, che arriverà sperimentalmente nei prossimi mesi e che sarà installato in anteprima nella città lucana.

I sassi di Matera

I sassi di Matera: una storia incredibile

Quando ero più piccolo e sentivo parlare dei sassi di Matera, pensavo che la città avesse una zona in cui c’erano solo rocce e solo più tardi scoprii che in realtà con “sassi” si indicavano i quartieri dove le case erano in parte scavate nella roccia e in parte invece completate con opere di muratura.

Fu proprio in quella occasione che venni a conoscenza dell’incredibile evoluzione di quella zona della città che negli anni 50 venne svuotata per decreto. Circa 18.000 persone trasferite in modo più o meno coatto dalla loro residenza ad una nuova area della città costruita proprio per quell’esodo di massa.

Ciò che invece non sapevo è che per quell’intervento epocale vennero convocati a Matera i più illustri urbanisti del tempo, a cui venne chiesto di realizzare i nuovi quartieri.

Diciamo che probabilmente la loro fama era meritata, ma che il loro gusto non coincide esattamente con il mio. E questo forse mi spiega anche perché mediamente gli sviluppi delle nostre città maturati proprio in quegli anni ai miei occhi sono scempi difficili da perdonare.

Viaggio a Matera: una rinascita straordinaria

Visitare i sassi di Matera è un’esperienza davvero incredibile, perché i segni della storia si mischiano alle tracce di futuro, come è facile intuire vedendo alcune strutture che sono diventate un albergo diffuso di una bellezza semplicemente superlativa.

Lo so, lo so, un sacco di termini “assoluti”, forse eccessivi, ma è difficile non rimanere travolti dalla bellezza di ciò che la storia ci ha regalato.

Il cuore della città non è molto diverso da quello che trovereste in una località barocca della Sicilia: probabilmente, per comprendere le somiglianze, è utile ricordare che questa città fece parte del Regno di Sicilia.

Viaggio a Matera

Se la città è bella durante una giornata di pioggia, la sua bellezza cresce proporzionalmente alla temperatura in una giornata di sole.

Ma il meglio arriva quando tramonta il sole: il passaggio dalla luce del giorno al buio è un momento da vivere in prima persona.

viaggio a matera

Questo è il momento in cui una città unica diventa magica. Anche perché cominciano a prendere vita anche i locali notturni, di cui la città è ricca e che in alcuni casi potrebbero essere a Berlino, come a New York, senza sfigurare.

Quando hanno cominciato a fare il presepio, probabilmente hanno preso a modello questo angolo di paradiso, che con le luci della notte sembra sospeso nel nulla.

viaggio a matera

Se non avete mai visto Matera, fateci un salto, perché ne vale senza dubbio la pena.

Non dimenticate un giro alla casa cava, una vecchia discarica che oggi è un auditorium naturale per i concerti, visitate una delle numero chiese ipogee e non perdete il trionfo del barocco che trovate dentro il duomo.

viaggio a matera

L’unica perplessità che ho riguarda il 5G: nel cuore della città prende a malapena il telefono, siamo sicuri che la rete di nuova generazione sia davvero dietro l’angolo?

Tutto sommato, potete sopravvivere anche senza scaricare filmati di gattini a velocità super: la città è così bella, che vi assorbirà completamente e non vi verrà voglia di farlo.